Alcuni pensieri in musica prima di andare a riposare

Annunci
Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Continua a piovere

Buon giovedì a voi tutti.
Qui da me continua a piovere… Mente e cuore sono altrove, sono pervasa da un senso di tristezza, di stanchezza. Mi hanno annullato le lezioni di stamani in sede, quindi sono rimasta a casa, dove ho una lezione via Skype tra qualche minuto. Voglia meno di zero. Non so perché, ma ultimamente avrei solo voglia di stare a letto e dormire. Se va avanti così, non sarà un bell’anno accademico 🙂 lo vedo lento… Oggi volevo fare diverse cose, al ritorno dal lavoro, ma causa pioggia non sono fattibili, tranne una che farò in serata 🙂

Pubblicato in Senza categoria | 3 commenti

Twin Peaks – The Return – Il finale

Eccoci qua!
Prima impressione: bah! Il 17-mo episodio (cioè il penultimo) ci può stare come finale, ma il 18-mo?! Si torna indietro “Questo è il futuro? O il passato?” dice Mike (l’uomo con un braccio solo) a Cooper nella Loggia. Sembrerebbe che Cooper riesca a salvare Laura, si ritorna all’inizio di tutto al 23 febbraio del 1989, ovvero la notte dell’omicidio di Laura Palmer.
Ma andiamo per gradi.
La puntata si apre con un monologo di Gordon Cole che spiega ad Albert e a Tammy l’esistenza di un’entità malvagia,Jowday o Judy, sulle cui tracce era Phillip Jeffries (vi ricordate che in Fuoco cammina con me, lui dice di non parlargli di Judy?!). Aveva scoperto qualcosa anche il maggiore Briggs e lo aveva comunicato a Cooper e allo stesso Cole. Sparito Jeffries, il maggiore (ogni tanto si vede la sua faccia aleggiare) e sparito Cooper. Inoltre, aggiunge che, Cooper cattivo sta cercando delle coordinate, le prime che prova, intuendo che sono sbagliate, portano alla sommità di un masso, dove fa andare Richard (figlio suo e di Audry) e lo fa letteralmente fulminare e sparire (probabilmente era un modo per farlo rientrare nella Loggia)
Dopo arriva una telefonata da un ospedale di Las Vegas, dove due agenti dell’FBI informano che Dougie Jones non è più ricoverato, ma il capo del “vero” Dougie informa Cole che è in direzione Twin Peaks (quindi il “buon Dale” si è risvegliato!).
La ricerca delle coordinante porta il cattivo agente, prima nel bosco in cui Andy, Bobby e lo sceriffo trovano Naido e poi alla stazione dello sceriffo stesso (dove hanno proprio portato Naido, dove ci sono anche James e Freddy).
Arrivato alla stazione, il cattivo agente viene scambiato da tutti per il buono, Andy a un certo punto si ricorda qualcosa; Lucy riceve una telefonata (capendo, come lei stessa dirà di aver capito come funzionano i cellulari) dal nostro eroe e la passa allo sceriffo. Il cattivo intuendo qualcosa, estrae la pistola, ma Lucy che è dietro di lui e non si vede nell’inquadratura gli spara. Ed ecco la danza a cui avevamo già assistito intorno a Bad-Cooper. Arriva anche Hawk, ma lo sceriffo gli dice il il buon Dale ha detto di non toccarlo!. Arriva ed Andy lo indirizzo verso l’ufficio e lui va a prendere i prigionieri al piano di sotto (Naido, James e Freddy). La danza macabra finisce e dal corpo di Cooper esce una bolla che sembra fatta di pietra, al cui interno vediamo la faccia BOB. Inizia uno scontro con Freddy (in italiano manca una frase di BOB rivolta a Freddy in cui gli dice che lo catturerà con il suo sacco della morte). Freddy ha la meglio, Dale mette l’anello all’anulare sinistro del suo doppio che viene riportato nella Loggia. Adesso si scopre che Naido in verità è Diane, il cui visto, voce compresa, era custodito nella Loggia. Ora tutto appare come una specie di sogno, il volto dell’agente dell’FBI rimane di sfondo, l’orologio dell’ufficio va avanti e indietro segnando le 2:53. «Viviamo in un sogno. Spero di rivedervi, tutti quanti», aggiunge Dale. Dopo di che chiede le chiavi di una stanza del Great Northen Hotel che conserva lo sceriffo (gliela aveva data Ben Horne qualche episodio prima (l’aveva trovata Jade addosso a Dougie e l’aveva messa in una cassetta per le spedizioni postali)). Questa stanza dovrebbe un altro portale, infatti, lasciati fuori Gordon e Diane, qui incontra l’uomo con un braccio solo (che gli ripete la filastrocca già sentita in Fuoco cammina con me), e lo porta con sé al Dutchman (il negozio conveniente), il motel dove si nasconde Philip Jeffries, l’agente dell’FBI che in Fuoco cammina con me era interpretato da David Bowie e che ora si è trasformato in una specie di caldaia (o teiera dalla forma col beccuccio) che comunica emettendo fumo. Cooper è qui perché vuole sapere come rintracciare Judy (vedi sopra). La natura di Judy non è spiegata esplicitamente, ma da quello che si capisce è una specie di “madre di tutti i mali”, una forza che forse ha creato BOB nella gigantesca esplosione vista nell’episodio 8 e forse Laura Palmer è qualcosa/qualcuno che può combatterla.
Dopo questo incontro (dove gli viene comunicato 818 (mi pare)), Cooper torna indietro nel tempo fino alla notte in cui Laura Palmer fu uccisa. Assiste alla all’ultima scena tra James e Laura, quella in cui parlano e lei fugge (vedere Fuoco cammina con me). Laura urla, nel film non capiamo il motivo, ma adesso si: ha visto Dale che si sta nascondendo, lei lo riconosce poichè lo ha sognato (erano nella Loggia insieme). Dopo che lei fugge da James riesce a intercettarla nel bosco dove avrebbe dovuto incontrare Jaques Renault, Leo Johnson e Ronette Pulaski, e la prende per mano. Nella scena successiva si vede il telo di plastica sul bordo del fiume con il corpo di Laura scomparire, lasciando intendere che Cooper è riuscito a impedire il suo omicidio. Ma si vede anche Sarah Palmer colpire ripetutamente una foto di Laura con una bottiglia, e subito dopo, nel bosco, Laura scompare. FINE 17-mo episodio.
E veniamo all’ultimo episodio.
Si riapre come si era concluso, con la scena della sparizione di Laura mentre segue Dale nel bosco.
Ritornando a quello ho scritto poco sopra, che Laura forse è un’entità che può fronteggiare il male, In una scena di questa stagione, Sarah Palmer si è “aperta” la faccia rivelando un misterioso volto nero con un ghigno, prima di azzannare al collo un uomo che la stava molestando in un bar (anche Laura si era “aperta”, nella Loggia Nera, rivelando però una luce bianca, come a simboleggiare una presenza opposta a quella della madre, e benigna). Il motivo, secondo l’interpretazione più condivisa, è che dentro di Sarah(che nelle serie procedenti sembrava essere in “linea diretta” con quello che provava la figlia e che quindi abbiamo tutti identificato come un personaggio positivo) risieda proprio Judy, che distruggendo la foto di Laura è riuscita a sventare il piano di Cooper. Quello che ha fatto è stato creare una nuova dimensione alternativa nella quale continuare ad accanirsi su Laura Palmer, che è una persona diversa: vive a Odessa, in Texas, sotto il nome di Carrie Page.
Dale, tornato nella Loggia, parla con Mike, l’albero (corrisponde al nano vestito di rosso delle precedenti stagioni) e con Leland Palmer, che gli dice di trovare Laura. Dale esce ed è nel bosco, davanti ci sono i 12 siccomori disposti in cerchio (abbiamo già visto questo ingresso della Loggia 25 anni fa) e Diane che lo aspetta. Dopo essersi accertati che sono loro, si mettono in viaggio attraverso un paesaggio desertico su un’auto apparentemente molto vecchia. Si fermano quindi al 430esimo miglio, in presenza di alcuni tralicci sfrigolanti di elettricità, si baciano e vengono teletrasportati su un’altra strada, di notte. Si fermano in un motel, fanno sesso, e la mattina seguente Cooper trova un biglietto in cui una certa Linda gli dice di averlo lasciato, rivolgendosi a lui come a Richard. Il Gigante gli aveva detto «Ricorda 430. Richard e Linda. Due piccioni, una fava». I due piccioni con una fava, probabilmente, sono salvare Laura e uccidere Judy, entrando appunto nell’altra dimensione, dove appunto lui si chiama Richard e Diane è Linda.
Esce dal motel e si mette in macchina. Passa davanti a un ristorante che si chiama Judy’s, e capisce che troverà Laura lì dentro. Infatti, dopo essersi scontrato con tre brutti cowboy, ottiene da una cameriera l’indirizzo di un’altra donna che lavora lì. Si reca nel posto indicatoli e trova proprio Laura Palmer, che però ha un nome e una vita diversa (oddio, la capacita di continuare a mettersi nei guai e in brutte situazioni rimane, infatti ha un uomo morto, con il cervello che ricopre una parte del muro, in salotto). In qualche modo la convince a seguirlo a Twin Peaks.
Arrivano davanti alla casa dei Palmer, ma Laura non la riconosce. Cooper suona allora al citofono, aspettandosi di trovare Sarah, ma apre la porta un’altra donna. Dice di chiamarsi Tremond, che non conosce nessuna Sarah Palmer, e che la casa gliel’ha venduta una certa signora Chalfont. Cooper, disorientato, ringrazia e si allontana con Laura. «Che anno è?», chiede Cooper sul vialetto davanti alla casa. In lontananza si sente qualcuno gridare «Laura!» (forse proprio Sarah), che assume un’espressione terrorizzata e fa un urlo. Le luci nella casa si spengono di colpo. Fine. Dal buio riappaiono Laura e Dale, la quale gli sussurra qualcosa in un orecchio e… titoli di coda!
Ricordando cosa fa Sarah quando Hawk va a casa, sembra che la casa sia proprio il ricettacolo di entità malvagie o (Leland, Sarah, Tremond, Chalfont…).
Tutto resta in bilico, come parecchie storie: Audry (secondo me, si immagina tutto, probabilmente rinchiusa dentro un manicomio o qualcosa di simile, a seguito dello stupro subito da parte di Dale-cattivo, e il Bobby di cui parla non è quello in prigione, ma quello di cui si era innamorata e con cui aveva fatto l’amore in una delle ultime puntate della seconda stagione), Becky, Ben e Jerry Horne etc.
Gli unici due finali positivi? La famiglia Jones che riabbraccia Dougie (anche se è fabbricato) e la storia d’amore tra Norma e “big” Ed.

Scusate se mi sono dilungata un po’ 🙂

Pubblicato in Serie TV | Contrassegnato , | Lascia un commento

Buongiorno

Buongiorno e buon inizio settimana a tutti. Spero che dalle vostre parti il maltempo non abbia fatto danni (da me tutto ok, anche se nelle provincie vicine non molto, anzi per niente!).
Stamani sono a casa, avevo in programma di portare la mia mamma a fare un giretto, ma visto le condizioni meteo ce ne stiamo a casuccia e io ho la vaga idea di tornarmene a letto, o almeno sul divano (insieme all’inseparabile micia) a dormire un altro po’.
Vi auguro una buona giornata, per quanto sia possibile, e buon lavoro.
La vostra Fatina 🙂

Pubblicato in Senza categoria | 1 commento

Twin Peaks

Stasera per chi è stato (più o meno) incollato “alla poltrona e al televisore” stasera andranno in onda le ultime due puntate in italiano di Twin Peaks. Sono proprio curiosa di sapere commenti, giudizi etc.
Buona serata e buona visione

Pubblicato in Serie TV | Contrassegnato | Lascia un commento

Un giovedì… non certo da leoni!

Buongiorno a tutti! E scusate le ennesime righe senza senso.
Come ornai è di consuetudine (non so ancora per quanto) sono a casa ad aspettare un mio studente per una lezione via Skype. Si farà vedere/sentire?! Stavo bene a letto ancora un altro po’ 🙂 un po’ come tutti.
E’ da lunedì (o forse anche qualche giorno prima) che il mio morale è a terra.
Martedì il mio amico/collega è arrivato nella mia regione per motivi personali e abbiamo deciso di uscire fuori a cena. Classica cena da celiaci: 3 ristoranti chiusi! Forse è anche per questo… Non l’ho mai presa bene anche se iniziano ad essere 15 anni ormai, e quando succedono queste cose ci rimango sempre male, anche perché chi in quel momento si trova con me, per un motivo o per un altro, sono sicura che non la prenda assolutamente bene. Domenica mi hanno invitato ad un compleanno (50 anni del mio maestro) e sono sicura che accadrà la stessa cosa. Per il momento mi sono trovata semi-d’accordo con un ragazzo della nostra band di andare, ma stasera lo chiamo e annullo! Due delusioni nella stessa settimana mi sembrano un po’ troppe! Poi ci mettete l’auto (si, perché lo scorso mercoledì, non so se ve l’ho raccontato, ma la mia macchina ha avuto un guasto ed ora è dal meccanico) e altre cose più o meno piccole… Non abusiamo, altrimenti vado ancora più giù!
Il mio studente è in ritardo di 15 minuti, gli ho mandato un sms ma ancora non ho avuto notizie. E’ tutto molto interessante, come dice una canzone! Aspetto ancora un po’ e poi “Ciao!” e inizio a fare le mie cose. Voi che ne dite?! 😉
I minuti sono passati e mi metto a fare altro.
Buona giornata a voi tutti e grazie per essermi stata ad ascoltare/leggere

Pubblicato in Senza categoria | 2 commenti

Finali di stagione

Buongiorno a tutti, da casa e non dal treno 🙂
In una settimana, da lunedì 28 a questa notte, ho assistito a due finali di altrettante serie televisive:
1- The Good Wife
2- Twin Peaks
Del secondo non dico niente, visto che la versione in italiano andrà in onda venerdì.
Sembra ultimante che vada di moda fare dei finali che lasciano tutto aperto anche se non c’è l’intenzione di fare continuare la serie… Boh?! O almeno sono io che immagino così…
Comunque la fine di “The Good Wife” è una specie di opposto a cosa accade nella prima puntata: siamo di nuovo su un palco, dove Peter, per l’ultima volta, fa un annuncio: le dimissioni e l’accettazione del patteggiamento. C’è una differenza questa volta: mentre nella prima puntata scendevano dal palco tenendosi mano nella mano, questa volta lei la rifiuta e “scappa” per cercare Jason, convinta di averlo riconosciuto tra le quinte. Con amara sorpresa scoprirà che così non è e che Jason, coerente col suo personaggio ambiguo, non è rimasto ad aspettarla, come lei gli aveva chiesto. Ma accade una cosa inaspettata: Alicia incrocia per il corridoio Diane, sempre arrabbiata per quello che è accaduto nella parte finale del processo. Quest’ultima, ferita da colei che credeva amica oltre che socia in affari, le sferra un ceffone, che racchiude un forte significato, sempre in contrapposizione con la primissima puntata: infatti in quell’occasione, scesi dal palco, era stata Alicia a sferrare il colpo al volto del marito, venuta a conoscenza del tradimento di quest’ultimo. Ora le parti si sono invertite ed è Alicia a riceverlo da Diane, trasformandosi da vittima a carnefice, diventando ciò che prima disprezzava. Quindi abbiamo che “Santa Alicia” è diventata, nel corso delle 7 serie, una persona completamente diversa da quello che era, diventare una persona disposta a tutto pur di ottenere i suoi risultati (basta appunto vedere come si è comportata con Diane chiamando a testimoniare Kurt alla fine del processo).

Se devo dire la verità, a me non è piaciuta molto come fine. Come non avrei trovato giusto che Jason fosse sotto al palco ad aspettarla (chi troppo vuole, niente stringe). Peter le ha concesso il divorzio (le sta concedendo il divorzio), ma non mi stupirei che, dopo lo schiaffo e aver visto che l’investigatore non è lì ad aspettarla come le aveva chiesto, tornasse sulla sua decisione e chiedesse all’oramai quasi ex-marito di ripensarci. Ma questo non lo sapremo mai 🙂

Dovrebbe iniziare (forse in U.S.A.) uno spin-off proprio con Diane e Lucca, vedremo, se mai arriverà anche qui, cosa succederà (più o meno)!

Ciao ciao!

Pubblicato in Serie TV | Contrassegnato | Lascia un commento

Fine di una serie cult

Dopo poco più di 3 mesi, stanotte andranno in onda le ultime due puntate di Twin Peaks. Le vedrò in lingua originale e in contemporanea con gli U.S.A., per poi vederle in italiano venerdì. Come tutti, la curiosità salita sempre più in queste 16 puntate (con ke 2 di stasera arriviamo a 18).
Non ho nemmeno qualche smack da sgranocchiare, va beh, è lo stesso e poi per evitare di perdermi qualcosa, le registrerò.
Buona serata dalla vostra Fatina

Pubblicato in Senza categoria | 2 commenti

E la pioggia?!

Buona domenica navigatori del web.
Qui da me non ha piovuto molto, ha rinfrescato moderatamente e dove lavoro, venerdì era un’afa peggio di prima! Speriamo bene per i prossimi giorni.
Sto aspettando il mio allievo della domenica mattina…
Programmi per la giornata di oggi? Io no, tanto per cambiare… 🙂
Ho un paio di lavoretti di casa da finire, ma non ne ho molta voglia, come non ho voglia di fare lezione adesso! Vorrei tornare a letto, anzi, mi ho voglia di tornarmene sul mio divano, riposarmi un po’ e vedere un po’ di tv! Mi piacerebbe anche andare a fare una passeggiata al mare, mi piace il mare di settembre: molta gente in meno rispetto a questi mesi passati, un profumo, un’aria diversa. Forse sto andando in depressione… Non lo so… Queste vacanze sono passate in un attimo, non mi sono riposata a pieno di un anno, un anno come quello che ho passato. Molti di voi sicuramente penseranno la stessa cosa, sicuramente, visto che anche alcuni colleghi di lavoro hanno la stessa sensazione… Ve beh, tanto è inutile pensarci! Teniamo duro questi 10 giorni, poi un po’ di calma fino a ottobre e poi si ricomincia a pieno (ora siamo al 70%)!
Vi auguro una buona domenica.
La vostra Fatina (un po’ triste)

Pubblicato in Senza categoria | 2 commenti

E’ arrivato settembre e anche la pioggia

Buongiorno a tutti voi.
Oggi è il primo di settembre e tanto per comunicarci che dobbiamo riprendere la nostra routine di tutto l’anno e dimenticarci (più o meno) dell’estate, è arrivata la tanto desiderata pioggia. Speriamo che porti via questa cappa di umidità che ci ha avvolta in queste ultime settimane. Speriamo anche che la pioggia scenda piano, che rinfreschi, pulisca l’aria ma che soprattutto non provochi danni.
Oggi dovrebbe essere (almeno per quanto mi riguarda) l’ultimo giorno di questi cambi di treni e quindi fa lunedì dovrei tornare a fare la mia solita tratta. Visto?! A settembre ritorniamo alle nostre abitudini che ci accompagneranno durante tutto l’anno!!!
Detto questo e scritte queste poche righe, vi auguro una buona giornata, anche se sarà un po’ umida

Pubblicato in Senza categoria | 2 commenti